Il levriero italiano, il più piccolo dei levrieri

L'eleganza diventa arte con il segugio italiano ed è che poche razze possono essere orgogliose di essere state l'ispirazione di artisti di tutti i tempi, dalla Grecia classica ai pennelli di grandi uomini del Rinascimento come Giotto. Il suo riflesso nell'arte mostra il importanza di questo levriero tra l'aristocrazia europea, chi lo ha fatto la versione più piccola dei levrieri.

Nonostante essere sull'orlo dell'estinzione due volte, questo piccolo cacciatore è un fortunato tra i levrieri. Il levriero italiano si è guadagnato la sopravvivenza nel tempo più che cacciando lepri, per aver conquistato un buon corner nel triclinio (divano romano) per fare un pisolino.

piccolo, levriero italiano

ORIGINE E STORIA DEL Levriero ITALIANO

I più antichi resti conosciuti di un cane simile all'odierno levriero italiano sono stati trovati in a Tomba egizia di più di 6.000 anniessendo un segno della sua presenza e importanza nella Corte dei Faraoni. Anche questo antenato espanso in antica Grecia e Turchia, essendo rappresentato in varie arti decorative come vasi e vasi.

Il suo arrivo nell'attuale Italia avvenne nel V secolo a.C. ed esistono due teorie che spiegano come è nata. Il primo indica che erano i Fenici responsabili della sua introduzione in territorio romano dalla Grecia e dalla Turchia, mentre il secondo ritiene che fossero i soldati romani che portavano con sé il levriero quando tornavano a casa dopo le campagne militari. Ad ogni modo, divennero i preferiti dei patrizi, che ne sviluppò due tipi: uno più grande per la caccia alla lepre e uno più piccolo e delicato che divenne un cane da compagnia.

Durante Medioevo la gara è iniziata espansione nel bacino del Mediterraneo, ma non è stato fino a quando Rinascimento quando il ulteriore sviluppo della razza come cane da compagnia. Ha raggiunto una tale popolarità tra il aristocratici italiani durante questo periodo fu all'origine del suo nome "levriero italiano o levriero", diventando un personaggio comune nei dipinti del Rinascimento italiano.

suo ampliamento da parte delle Corti europee ha raggiunto il suo apice nel XVII secolo Con l'introduzione della razza in Inghilterra da parte del monarca Carlos I. Grazie a questo, il levriero si è affermato nelle corti di Danimarca, Russia, Germania e Prussia, mantenendo sempre il suo profilo di cane da compagnia.

Durante XIX secolo, la genetica del levriero italiano si è impoverita a causa dell'ossessione dei nobili per prendi un cane sempre più piccolo per differenziarlo dal whippet. I levrieri sono diventati cani molto fragili con problemi di fertilità e affetti da nanismo, in piedi sull'orlo dell'estinzione. Tuttavia, per all'inizio del XX secolo gli allevatori si sono sforzati di recuperare le linee genetiche più sane della razza.

Ciò nonostante, la razza ha affrontato un altro periodo critico in cui stava per estinguersi nuovamente a causa della devastazione che era stata le due guerre mondiali in Europa. Fortunatamente il levriero italiano era arrivato negli Stati Uniti e in Canada nel corso del XIX secolo, da dove venivano importati esemplari nel vecchio continente per ripulire e ravvivare le impoverite linee razziali europee.

Oggi, i levrieri italiani mantengono il loro status di cani da compagnia, a differenza di altre razze di levrieri che continuano ad essere sfruttate come cani da caccia o da corsa. Grazie alle loro piccole dimensioni e al carattere estremamente affettuoso, sono diventati uno dei levrieri più popolari al mondo.

CARATTERISTICHE FISICHE DEL Levriero ITALIANO

Lo standard ufficiale per il Levriero Italiano è stato stabilito dal Federazione cinologica internazionale nel 2010. Classificato nel gruppo 10 sezione 3 come levrieri a pelo corto, loro caratteristiche fisiche Sono:

infografica levriero italiano

  1. Speranza di tutta la vita: tra 12 e 15 anni.
  2. Dimensione: piccolo.
  3. Altezza: tra 32 e 38 cm.
  4. Peso: massimo 5kg.
  5. Carnagione: magro.
  6. Estremità: lungo con muscolatura fine.
  7. Occhi: grande, arrotondato ed espressivo con iridi di colore scuro e pigmentazione sul bordo delle palpebre.
  8. Orecchie: alto, piccolo, ripiegato su se stesso e rivolto all'indietro.
  9. Muso: stretto con un naso di colore scuro e narici spalancate.
  10. Mascelle: forte e allungato con chiusura a forbice.
  11. Collo: lungo e muscoloso con la linea della gola leggermente convessa e la nuca leggermente arcuata e rigonfia alla base.
  12. Coda: lungo, basso e fine, diritto nella prima metà e piega in punta.
  13. Capelli: satinato, fine e liscio.
  14. Colori mantello: 
    • Nero, grigio ed elisabettiano in tutte le sue sfumature.
    • Qualsiasi delle precedenti con bianco sul davanzale e sui piedi.

Il Greyhound italiano è il più piccolo di tutte le razze di Greyhound, frutto di allevamenti selettivi effettuati negli ultimi secoli. Sono una versione in miniatura delle loro altre razze sorelle, mantenendo le loro caratteristiche fisiche. Per questo motivo i Levrieri Italiani saranno i più piccoli, ma Sono i più veloci del resto delle razze di cani di piccola taglia, raggiungendo il 40 km all'ora a metà gara.

CARATTERE DEL Levriero ITALIANO

Il Levriero Italiano è un cane tremendamente affettuoso, calmo e riservato. Durante la fase del cucciolo, è molto felice e attivo, il suo personaggio si rilassa man mano che cresce, ma senza perdere quello spirito da cucciolo giocoso.

È una razza molto familiare e familiare, ma tende a creare un legame speciale con un particolare membro della famiglia, al quale chiederà la massima attenzione e affetto. Per questa sua caratteristica, da adulto si può mostrare indifferente e persino timoroso degli estranei, quindi la loro socializzazione non dovrebbe essere trascurata durante il loro sviluppo.

Levrieri Italiani sono cani molto intelligenti e imparano molto velocemente, ma mai attraverso metodi tradizionali che si avvalgono della punizione attiva. È importante tenere a mente che i levrieri sono cani molto sensibili e possono entrare facilmente impotenza appresa se le punizioni sono usate come parte della loro educazione. L'impotenza appresa suppone un blocco per l'animale, che cessa di mostrare comportamenti per paura di essere nuovamente punito.

Nonostante sia stato allevato come cane da compagnia, l'istinto di cacciare piccole prede in movimento e le barriere fisiche di solito non sono un impedimento grazie alla sua grande capacità di salto. Poiché è molto difficile per un cane prestare attenzione al tuo comando quando è entrato nell'istinto, devi evita le circostanze che possono attivarlo se lo cammini sciolto.

I levrieri italiani sono cani calmi, ma con un'energia esplosiva Sono buoni levrieri, quindi la loro routine di esercizi ideale sarebbe fare una passeggiata di mezz'ora con qualche minuto di corsa. E viste le loro caratteristiche fisiche, lavorano molto bene sui circuiti di agilità, dove ottengono ottimi risultati.

MALATTIE DEL Levriero ITALIANO

Il levriero italiano può essere affetto da a serie di patologie più frequenti nel loro gruppo razziale:

  1. Displasia dell'anca.
  2. Lussazione della rotula.
  3. Malattia di Perthes.
  4. Malattia di von Willebrand.
  5. Ipotiroidismo
  6. Allergie
  7. Atrofia retinica progressiva.
  8. Degenerazione del vitreo.
  9. Cascate.
  10. Criptorchidismo.
  11. Epilessia.
  12. Problemi derivati dalla mancanza di densità ossea nei cani di età inferiore ai 18 mesi come fratture, ragadi e lussazioni.

CURA DEL Levriero ITALIANO

Il levriero italiano non richiede grande cura essere un cane a pelo corto. UN igiene di base e prenditi cura della salute dei tuoi capelli durante i periodi di caduta.

Questa razza è caratterizzata da a crescita molto rapida delle unghie, Per questo motivo particolare attenzione deve essere posta alla loro cura per evitare fessurazioni, rotture o deformazioni plantari derivate da una crescita eccessiva. Particolare attenzione deve essere prestata anche alla loro igiene dentale perché sono incline al tartaro.

Come accennato nel punto precedente, è necessario prestare particolare attenzione ai levrieri di età inferiore ai 18 mesi a causa di mancanza di densità ossea nello scheletro durante il suo sviluppo. In questa fase si dovrebbe impedire al levriero di giocare con cani che hanno una maggiore forza fisica o con bambini piccoli che ancora non sanno come trattare i cani con cura. Le gambe sono le principali colpite e possono essere rotte con un brutto salto, correndo o con un colpo.

Va inoltre notato che non è una razza amica dei climi freddi o piovosi, quindi è vivamente consigliato che siano provvisti del necessario riparo, sia in casa che durante le passeggiate: coperte, fornelli, cappotti, pile e impermeabili.

Come con altri cani, deve visita regolarmente il veterinario per la vaccinazione, la sverminazione e i controlli sanitari. Dovresti anche mantenere un file routine stabile di passeggiate quotidiane e alimentazione.

TU E IL TUO Levriero ITALIANO

Sei uno dei fortunati che condivide il tuo divano con un levriero italiano? Bene, non aspettare oltre per condividere la tua esperienza con noi. Vai avanti e lasciaci un commento raccontandoci la tua storia. Non vediamo l'ora di incontrarla!

it_ITIT
Fammi sapere quando è! Ti informeremo quando il prodotto sarà nuovamente disponibile. Lascia la tua e-mail.
E-mail Quantità Non condivideremo le tue informazioni con nessuno!

Vuoi un Sconto 10% al tuo primo acquisto?

Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi il buono sconto direttamente nella tua e-mail e, inoltre, tutte le notizie da El Galgo Azul. :)